GLOSSARIO

Termine Definizione
cheloide una spessa protuberanza di tessuto cicatriziale il quale reagisce in modo spropositato rispetto alla quantità di tessuto necessario per la chiusura della ferita. Questa esagerata crescita di collagene può continuare per un tempo considerevole (anni) e può invadere la cute sana, nell'area perilesionale.
debridement la rimozione del tessuto necrotico e del materiale estraneo da una ferita.
escara una crosta costituita da siero secco e cellule morte del derma che si forma in seguito ad una lesione.
escarectomia rimozione dell'escara
essudato il materiale derivante dall'essudazione, cioè quello costituito da una parte liquida, plasma sanguigno, e da una parte corpuscolare che si compone di globuli bianchi, emazie ecc..
il tutto fuoriuscito dai capillari a causa della lesione. Questo prodotto si raccoglie negli interstizi dei tessuti lesionati, o in superficie formando quello che viene chiamato BIOFILM.
eziologia in medicina: lo studio delle cause delle malattie.
imbibire facilitare l'assorbimento di un liquido o di una soluzione da parte di un corpo solido
macerazione processo di rammollimento e degrado dei tessuti causato dall’eccessiva presenza di umidità.
necrosi la morte localizzata del tessuto. Il tessuto diviene di colore nero o marrone e al tatto assomiglia al cuoio.
recrudescenze ricadute – recidive.
Una lesione si considera guarita quando non ha più recidive da almeno 3/4 mesi.
riepitelizzazione ricostruzione totale o parziale del rivestimento epiteliale (pelle)
wound care cura lesioni.

HOLOIL® è un dispositivo medico di classe IIb CE 0476

Attenzione: consultare le avvertenze e le istruzioni per l’uso.